"La ragazza che ero, la riconosco", incontro con le autrici venerdì 2 marzo alle 18

Genova, anni Settanta: molte donne, come in altre città italiane, partecipano al movimento femminista che riempie le piazze. Ma fanno contemporaneamente anche un lavoro più nascosto, riunendosi in collettivi nelle case e nelle sedi più o meno provvisorie che la politica povera della sinistra extraparlamentare poteva mettere a disposizione in quegli anni. Quel lavoro, vera e propria pratica politica definita “autocoscienza”, ha segnato la vita di tutte e l’eredità che le ragazze del ’68 lasciano alle donne venute dopo. A quarant’anni di distanza, dieci protagoniste di quel collettivo femminista genovese si sono reincontrate, per provare a raccontare che cosa è successo nel frattempo a ciascuna di loro e al mondo. Questi frammenti di biografie femministe illuminano una stagione di forte impegno ancora troppo lacunosamente ricostruito, affondando nella storia personale di ognuna, nelle differenze di classe e collocazione, nelle reciproche relazioni e nelle vicende di una città, dal dopoguerra a oggi.

 

Venerdì 2 marzo alle h. 18 in libreria appuntamento per una chiacchierata insieme alle autrici del volume La ragazza che ero, la riconosco (Iacobelli), a cura di Silvia Neonato, il racconto del Sessantotto attraverso l'autobiografia di dieci protagoniste del movimento femminista a Genova: Maria Alacevich, Marta Baiardi, Rossana Cirillo, Maria Pia Conte, Silvia Neonato, Marina Olivari, Giulia Richebuono, Giovanna Sissa.

 

leggi di più

"Il regno animale", Emanuele Giacopetti presenta la sua graphic novel venerdì 16 febbraio alle 18

Ambientata in un futuro distopico a noi prossimo, Il regno animale racconta la lotta per la sopravvivenza di un'umanità costretta alla migrazione perpetua. Crollata la civiltà come la conosciamo, un individuo si unisce alla colonna in cammino e guida il lettore tra le macerie, in un mondo in cui il confine tra ferinità e umanità non è più nettamente afferrabile....

Emanuele Giacopetti (Genova, 1982). Dal 2015 collabora con Graphic News con cui ha pubblicato "La bolla di Ventimiglia", "Il cammello che sputò sul Terzo Reich", "Ritorno al futuro" e, nel 2016, "Do you remember Balkan Route?". Ha partecipato al volume "Gnam!" (Bcomics) e ha collaborato con la Radiotelevisione svizzera (RSI) per le animazioni del programma "Segni dei tempi". Lavora come disegnatore, illustratore e spazzino a Genova. 

Venerdì 16 febbraio alle 18 in libreria Emanuele Giacopetti presenta la sua graphic novel Il regno animale (Bebert).

In questi giorni è stata allestita in libreria una mostra che raccoglie alcune delle tavole originali dell'autore.

Venerdì 18 angelo guarnieri presenta "passi per strada"

Gattonando per genova, la presentazione sabato 12 alle 11

Sabato 12 novembre alle ore 11 presentazione in libreria del volume GattoNando per Genova. Una guida curiosa!  con gli autori Cristina Lubrano e Walter Fochesato (Fabbrica Musicale Editore, 96 pagine a colori; dai 7 anni, grafica di Giorgia Matarese e fotografie di Chiara Saitta).

Gatto Nando è un gatto curioso che guiderà i bambini e i genitori per le strade di Genova, da Quarto dei Mille a Voltri, passando per i vicoli, alla scoperta di angoli misteriosi e affascinanti... senza mai perdere la bussola. 

"il caso Nizzola", Roberto Garibbo presenta il suo libro martedì 8

Andrea Bajani presenta  "un bene al mondo", il 4 novembre alle 18

Venerdì 4 novembre alle 18 lo scrittore Andrea Bajani presenta in libreria il suo ultimo romanzo Un bene al mondo (Einaudi).

A introdurre il libro interverrà Emilia Marasco.

leggi di più

"Congedo" di Tullio gardini, la presentazione venerdì 21 alle 18

Venerdì 21 ottobre alle 18 in libreria Tullio Gardini presenta la sua nuova raccolta poetica Congedo (Il Melangolo).

Introduce il professore Stefano Verdino, accompagna l'incontro il gruppo di lettura  composto da Lazzaro Calcagno, Anna Maria Caminada, Claudia PastorinoStefano Verdino.

"sei sempre stato qui" di eugenio gardella la presentazione mercoledì 28 settembre

Mercoledì 28 settembre alle ore 18.30 in libreria riprendiamo gli incontri con gli autori presentando il libro Sei sempre stato qui di Eugenio Gardella (Frassinelli, 2016, pp. 264) in uscita il 20 settembre. 

Introdurrà il libro Emilia Marasco, docente di arte contemporanea e scrittura creativa all'Accademia di Belle Arti di Genova, fondatrice di Officina Letteraria, scuola di scrittura creativa e scrittrice.

Leggerà alcuni brani scelti dal testo Dario Manera, attore teatrale professionista.

IL LIBRO

Eugenio è un educatore e un appassionato di arrampicata sportiva. Sta con Roberta. Decidono di avere un figlio. Ma le cose non sono così semplici. Roberta rimane incinta più volte, ma non riesce mai a portare a termine la gravidanza. Nel frattempo Eugenio è alle prese con un’altra esperienza del limite del corpo: comincia ad avere gravi problemi alla cervicale, che sfociano in un’ernia e a una semi paresi del braccio, non può più arrampicare. Entrambi si sottopongono a cure e a operazioni, anche perché Roberta inizia ad accarezzare l’idea dell’inseminazione artificiale con tutte le difficoltà che la legge italiana impone. Una svolta ulteriore avviene quando i due, sfiniti psicologicamente e fisicamente, decidono di intraprendere un nuovo viaggio e provare ad adottare un bambino. Le pratiche sono lunghe e l’età non più giovanissima rende tutto ancora più difficile. Ma un giorno l’associazione a cui la coppia si sta rivolgendo li chiama e comunica che il bambino è pronto e li sta aspettando in Cambogia. Un viaggio dall’altra parte del mondo, alla ricerca di un senso in quello che gli occhi vedono e poi nell’abbandono a questa scoperta magica che è il primo momento in cui vedono Mario, il figlio che avevano fino ad allora aspettato: un bambino di un anno, magro e denutrito che li aspetta in una struttura poverissima. E poi il ritorno a casa, e l’accudimento di questo bambino, la conoscenza che si fa profondo riconoscimento al di là dei tratti somatici diversi e al di là dell’assenza di un legame di sangue. Eugenio inizia a chiamarlobambino magico, stupito dalla forza del legame immediatamente costituito e dalla bellezza di quello che ha visto costruirsi anche con Roberta. Al ritorno a Genova, costruiscono una vita assieme nella casa da poco ristrutturata. E un giorno, un ulteriore miracolo: Roberta è incinta. È così, stupiti da questa esplosione di vita e forse immersi e fecondati proprio da questa esplosione improvvisa, che Eugenio e Roberta diventano famiglia insieme a Mario e a Elena. Entrambi figli della carne e dell’anima, senza differenze.

leggi di più