"Fantasmata", Massimo Morasso presenta il nuovo libro venerdì 24 alle 18 in libreria

Venerdì 24 alle 18 appuntamento con le edizioni Lamantica di Brescia (www.lamantica.it) e la loro raffinata produzione micro editoriale, contraddistinta da pubblicazioni in micro formato,  micro tiratura e carta azzurra.

Per l'occasione Il genovese Massimo Morasso presenterà l'ultimo volume uscito, Fantasmata.

 

A introdurre l'incontro, insieme agli editori, ci sarà Daniela Bisagno.

Il momento migliore per incontrare gli spiriti è quando ci si trova in uno stato di fervente attenzione. E non si ha voglia di considerare l’apparenza come una verità. Riconoscere uno spirito guida, è bellissimo. Dà un indirizzo preciso e un senso di protezione. Combina l’idea del nostro Sé con un mondo animato da una presenza significativa. Ci de-contrae. L’invisibile abita, ora, dove lo si lascia entrare - vive in noi e con noi. Mi ricordo di un orribile mattino, fra il funerale di mio nonno e la biopsia. Nietzsche e io stavamo scendendo verso piazza Corvetto, congestionata dal traffico. Nelle bacheche del teatro Stabile campeggiavano le locandine con la programmazione della stagione, e un paio di manifesti promozionali. Spettri, Ibsen. 

«Ah Fritz, io credo che anche noi, tutti noi, non siamo nient’altro che spettri» commento io, e a lui, che tace, torvo come una tempesta, vedo che sotto ai baffoni simil-Schnauzer spunta il suo tipico, sprezzante ghigno da nietzscheano. Poi mi s’accosta, come rabbonito, e mi mette un braccio sulla spalla. E io sento che quell’abbraccio mi fa bene. E sento che anche andarcene a zonzo mi fa bene, Fritz e io, per un  po’, pensierosi, barcollanti come due ubriachi

 

Massimo Morasso, Fantasmata, marzo 2017